residenzialità leggera/assistita fondazione giuseppe restelli

Residenzialità Leggera/assistita Dgr 2942 del 19.12.2014

A completamento dei servizi offerti, in accordo con la ASLMI1, è possibile attivare un ulteriore sostegno alle situazioni di fragilità previsto dalla normativa regionale ex Dgr 2942/2014

Destinatari

Persone che abbiano compiuto 60 anni di età che versano in condizioni di fragilità/parziale di autosufficienza lieve.

Modalità di accesso del servizio residenzialità leggera/assistita

Per poter accedere alla misura della residenzialità leggera è necessario presentare domanda per erogazione di interventi di sostegno della famiglia e dei suoi componenti fragili (ex dgr 2942/2014) rivolgendosi alla Sportello Fragilità della Asl di appartenenza.
In collaborazione con il Medico curante sarà fatta la valutazione dei bisogni assistenziali individuali secondo il livello di intensità. L'elaborazione da parte della ASL del Progetto individuale di assistenza (P.I.) nella residenzialità leggera, darà diritto ad un voucher economico variabile di accesso al servizio che verrà erogato dalla ASL in forma diretta all'Ente erogatore.
Si precisa che la tipologia assistenziale potrebbe variare a seguito di aggiornamento e/o adeguamento del Piano Individuale in base alla mutate condizioni della persona.
Il P.A.I. (Piano Assistenziale Individuale) elaborato dall'équipe assistenziale dalla Fondazione, ha la finalità di predisporre un piano di assistenza multidisciplinare e ha l'obiettivo di trovare la migliore strategia per il raggiungimento del benessere psicofisico dell'utente.

Organizzazione del Servizio

Le differenti figure professionali che a vario titolo entrano in contatto con l'utenza sono riconoscibili attraverso un cartellino identificativo che riporta nome, cognome, foto dell'operatore e qualifica professionale.

Le prestazioni che concorrono a costituire i diversi pacchetti e che costituiscono il Piano Assistenziale Individuale (PAI) sono:

  • valutazioni multidimensionali semplici e complesse multiprofessionali
  • prestazioni infermieristiche
  • prestazioni di carattere tutelare (igiene personale, bagno assistito, aiuto all'alimentazione ed all'abbigliamento, sostegno nelle attività della vita quotidiana)
  • attività animativi/educative
  • counsuelling e sostegno al caregiver
  • care management.

Servizio reperibilità nelle 24 ore

la segnalazione di allarme, tramite pulsante posto nell'alloggio, ricevuta dal Centralino o Custode avvisano gli addetti all'assistenza ausiliario socio assistenziale reperibili nelle 24 ore che intervengono a norma della procedura, verificando la situazione e qualora necessario fosse necessario avvisano il medico di turno.

Giornata tipo

Ore 08,00 breve colloquio telefonico per la verifica delle condizioni salute.
Ore 08,00 alle ore 18,00 prestazioni socio sanitarie assistenziali programmate nel piano di autonomia individualizzato.
Nella mattinata e nelle ore pomeridiane verranno organizzate attività animative e di terapie fisiche di gruppo rivolte a coloro che desiderano partecipare.
Le prestazioni infermieristiche e fisioterapiche vengono eseguite solo su richiesta del medico curante.
Ore 20,00 breve colloquio telefonico per augurare la buonanotte.

Accettazione e coordinamento

È possibile accedere alle prestazioni di residenzialità leggera/assistita nella U.d.O Mini-alloggi protetti della Fondazione Giuseppe Restelli ONLUS contattando:

Segreteria - Sig.ra Gabriella Andreasi - tel 02.9302080

Case Manager Animatore Professionale - Sig.ra Ada Carrera - tel 02.9302080 - cell 3458209647

sala comune fondazione restelli sala mensa secondo piano fondazione restelli sala mensa secondo piano fondazione restelli giardino protetto esterno fondazione restelli